#quasiquasi

I graphic novel sono fumetti… gentrificati

“Graphic Novels Are Comic Books, But Gentrified” di Alexander Dunst, “Jacobin”, 31 dicembre 2019.

Un articolo che ci piace fin dal titolo. Parla di gentrificazione, di immaginario, di Margaret Atwood e di fumetti.

«Un po’ a sorpresa, autori come Art Spiegelman e Alan Moore esprimono spesso sentimenti ambivalenti rispetto alla definizione di graphic novel. In realtà, il loro atteggiamento rispecchia in pieno quello dei gentrificatori della prima ora che lamentano l’ulteriore evoluzione di un processo che loro stessi hanno messo in moto.»

Continua QUI.

Se vuoi saperne di più:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *