Play du jour

Tutto molto bello (cit.)

Nell’esergo di Storie Mondiali Federico Buffa scrive: «I Mondiali hanno scandito i tempi della nostra vita e scandiranno quelli di chi verrà dopo».Vero, in parte.La declinerei però autocitandomi: l’epica passa anche dalle voci che ce la raccontano.Che sia l’ascesa allo Zoncolan, che sia la finale Mondiale, che sia l’Europeo di pista, le voci dei telecronisti […]

Play du jour

Bar Sport

All’angolo tra Rue de Riquier e Boulevard du Mont-Boron, prima dell’incrocio che trasforma la stessa Rue de Riquier in Boulevard de l’Armée des Alpes, c’è la macelleria di Marcel.Due saracinesche inconfondibilmente rosse, quando è chiuso, sollevate a condividere uno spazio su un bancone della carne, sempre ricco di merce. Il pavimento di piastrelle bianche, pericolosissimo […]

Play du jour

L’ultima sigaretta

C’è una cosa sicura dell’essere argentini: se giochi nel River Plate non puoi mai giocare nel Boca Juniors, e viceversa. Poi certo, giocatori che hanno giocato con entrambe le maglie ci sono, come Gabriel Omar Batistuta e, prima di lui, Claudio Caniggia.Diego Armando Maradona no, non lo avrebbe mai potuto fare, Diego stava sempre dalla […]

Play du jour

Tutti i giorni 25 aprile

Una pistola in ritiro: e perché?«Ci si annoiava. Noi andavamo in un motel sull’Aurelia, in mezzo ai campi. Petrelli non amava giocare a carte. Così una volta si presentò con una calibro 22. Bastò quello perché alcuni di noi lo seguissero. Allora spuntarono Berette, Winchester, carabine. Un arsenale. Mettevamo dei barattoli sul retro dell’albergo e […]

Play du jour

Ritmolento a bocce ferme

L’inquadratura iniziale si sofferma sulla Coppa: una scultura in ottone che, a prima vista, risulta opaca. La successiva si ferma sull’omino stilizzato che, leggermente piegato in avanti, con la destra vicino al volto tiene una boccia, come Amleto teneva il teschio del suo famoso «Essere o non essere», con l’altra mano dietro la schiena una […]

Play du jour

Cantami gli inni delle squadre

All’inizio della carriera alternavo spesso storie del quotidiano con il fantastico, un fantastico di magia e mondi paralleli, niente che mi proiettasse nell’olimpo delle storie indimenticabili diciamo, se il mondo fantastico di cui sopra si ispirava a capolavori come L’Eternauta o anche la dylandogghiana Caccia alle streghe. Ma ero anche giovane, snob e ambiziosa, cosa […]