Charlie don't surf

Del piacere dell’accumulo: Le tette di Enrico Pierpaoli, in arte Wasabi Gummybears

C’è questo libriccino rosa di una quarantina di pagine, 9 cm2, che mi diverte molto. Di per sé, il formato quadrato mi rassicura: guardandolo chiuso pregusto un senso di equilibrio cosmico e mi compiaccio del fatto che l’autore abbia scelto di incanalare una materia cangiante, proteiforme e centrifuga come il fumetto in una cornice così […]

Charlie don't surf

Di lessico e influencer

Faccio coming out e ammetto di non amare particolarmente il concetto di influencer. Innanzitutto, mi indispone la parola. Ho ormai introiettato l’antico rancore accademico di ascendenza italianistica nei confronti dei prestiti linguistici dall’inglese. Lo so, è un atteggiamento retrogrado, da vecchio filisteo. Non disdegno sporadici termini inglesi, quando è necessario, ma mantengo una mia posizione, […]

Charlie don't surf

Worry about her size

Saccheggiamo il campo delle “arti liberali espanse” – una macrocategoria ideale in cui considero tutto ciò che contribuisce attivamente alla formazione di una poetica o di un’estetica che abbiano rilevanza all’interno della cultura di riferimento, che accoglie tutti i travasi dallo highbrow al lowbrow, indipendentemente dall’estrazione delle opere, dal loro carattere scolastico, o elitario, pop, […]

Charlie don't surf

Diventare corpi umani

Qualcosa sta cambiando nella rappresentazione del corpo femminile – nelle pubblicità, nel cinema mainstream, in televisione, nei fumetti, e così via – verso una maggiore normalità. Uso questo termine approssimativo, che personalmente tollero malvolentieri, per indicare in maniera sintetica un concetto che possiamo assimilare a quello che vediamo tutti i giorni, il quotidiano nel suo […]