La grande abbuffata

Distrazioni

(Le illustrazioni sono di Lucia Lamacchia, che è responsabile di quanto segue almeno quanto lo sono Ugo e Michel.) Misdirection. Siamo stati degli idioti! Ci hanno fregati con il più elementare trucco dei prestigiatori. Anzi. Parlare di trucco è proprio ingiusto. Nella maggior parte dei casi, l’illusionismo funziona perché tutti gli spettatori si concentrano sul movimento […]

La grande abbuffata

Lettera morta

(Le illustrazioni sono di Lucia Lamacchia, che è responsabile di quanto segue almeno quanto lo sono Ugo e Michel.) Mi pare chiaro. Invecchio malissimo. Sognavo un futuro sulle panchine a dare da mangiare ai piccioni. Oppure, al limite, a oscillare con le mani dietro la schiena mentre guardo un cantiere e regalo agli operai le mie […]

La grande abbuffata

Centro di gravità

(Le illustrazioni sono di Lucia Lamacchia, che è responsabile di quanto segue almeno quanto lo sono Ugo e Michel.) Ah! Ma io non parlo. Non dico nulla. Silenzioso e cupo come un cipresso sul viale che costeggia le lapidi. Voglio che questi due stronzi capiscano quanto sono incazzato. Adesso sono allegri e sereni e stanno saccheggiando […]

La grande abbuffata

Al macello

(Le illustrazioni sono di Lucia Lamacchia, che è responsabile di quanto segue almeno quanto lo sono Ugo e Michel.) – È proprio un gran figlio di puttana.– Chi?– Il karma, no?– Ma di cosa parli?– Non essere così aggressivo.– Non mi dire di non essere aggressivo quando non lo sono.– Litighiamo sempre.– Dimmi di ‘sto karma, […]

La grande abbuffata

Parati

(Le illustrazioni sono di Lucia Lamacchia, che è responsabile di quanto segue almeno quanto lo sono Ugo e Michel.) È bianco. E quel candore è costato un sacco di fatica. Come al proprietario precedente sia venuto in mente di colorare pareti e plafone è un mistero. Non intendiamo risolverlo: da tempo abbiamo accettato il fatto che […]

La grande abbuffata

Ciclofascisti

(Le illustrazioni sono di Lucia Lamacchia, che è responsabile di quanto segue almeno quanto lo sono Ugo e Michel.) È un dolore insopportabile. Una terrificante violazione della nostra intimità. Uno sconosciuto che si muove con sicurezza in casa nostra. Tocca le nostre cose, le sposta. Chiude i libri, lasciati aperti un po’ ovunque, e li pone […]